Visitatori europei alle case per le vacanze delle Boundary Stables

Visitatori europei alle case per le vacanze delle scuderie

Noi inglesi amiamo visitare altri paesi europei, immergendoci per una settimana o due nella cultura di una nazione ospitante. Non a caso, molti dei nostri vicini europei condividono questa voglia di viaggiare e sono desiderosi di sperimentare le varie culture e i paesaggi di una nazione insulare che è stata fisicamente separata dal continente per soli 8.000 anni. Norfolk, in particolare, ha molto da offrire ai turisti stranieri.

La stretta fascia d’acqua che ci divide dai nostri vicini non ha in alcun modo isolato il Regno Unito storicamente. La nostra lingua è una miscela evolutiva ricca di lingue europee più vecchie; i vichinghi ci hanno insegnato gli ideali della legge e della democrazia; dai Romani, abbiamo ereditato l’infrastruttura della civiltà moderna; e alcuni dei mestieri più creativi del Norfolk – come la tessitura, la stampa e la pittura – sono stati sviluppati con l’influenza degli immigrati olandesi e fiamminghi.

Il Norfolk può vantare una ricca cultura artistica. I concerti musicali, le mostre d’arte e le produzioni teatrali sono abbondanti nella contea, e molte opere letterarie sono prodotte dai residenti di Norfolk. A Norwich, a soli 32 chilometri da Happisburgh, ci sono non meno di sei teatri, tra cui il Norwich Arts Centre in St. Benedict’s Street, che è stato definito “il miglior locale britannico”.

Ogni anno, 500.000 turisti tedeschi vanno in vacanza nel Regno Unito e quasi il 20% di questi visitatori si fermano in località balneari come il grazioso e tranquillo villaggio di Happisburgh. Boundary Stables, un gruppo di cinque cottage ad un piano a Happisburgh, sulla costa del Norfolk, è il luogo ideale da cui fare escursioni a Norwich, con il suo castello e due cattedrali, o alla bellissima città universitaria di Cambridge, circa due ore di viaggio da Boundary Stables. I nostri ospiti tedeschi di solito includono una gita di un giorno a Cambridge sul loro itinerario!

Ma non sono solo i tedeschi che amano esplorare l’eredità britannica. Le visite degli spagnoli sono in aumento e anche i turisti francesi, che rappresentano il più grande gruppo nazionale in visita nel Regno Unito, sono affascinati da ciò che vedono. Uno dei nostri ospiti francesi ha osservato che gli inglesi sembrano totalmente a proprio agio con “un vivace mix di vecchio e nuovo”.

Sandringham Estate è il ritiro di Norfolk di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, che nel 1977 (il suo anno del Giubileo d’argento) espresse l’auspicio che Sandringham House fosse aperta al pubblico. Fu il bisnonno della regina Elisabetta, re Edoardo VII, che per primo aprì i giardini al pubblico nel 1908. Il re Giorgio VI, morto a Sandringham nel 1952, disse della sua casa: “Sono sempre stato così felice qui, e io Adoro il posto. “Suo padre, George V, che è anche morto lì, ha detto dell’amata casa di famiglia:” caro vecchio Sandringham, il posto che amo meglio di qualsiasi altra parte del mondo. ”

La proprietà di Sandringham, a circa 58 miglia da Happisburgh, merita sicuramente una visita. Nella proprietà, troverete posti dove mangiare, bere e fare shopping, e l’ingresso in gran parte della tenuta è gratuito.

Ci sono molte proprietà pittoresche da visitare a Norfolk. Ma se stai cercando qualcosa di un po ‘meno coltivato, c’è sempre il Broads National Park – una rete di acqua e paludi che supporta una grande varietà di fauna selvatica in habitat di enorme diversità ecologica. Gli appassionati di uccelli si recano nel Norfolk da tutta Europa per avvistare alcuni dei rari uccelli che prosperano qui, e il Broads National Park (noto semplicemente come The Broads) è stato al centro di molti studi biologici ed ecologici internazionali.

Ma sembra che il caro vecchio pub inglese sia il vero protagonista dello spettacolo quando si tratta di impressionare i visitatori stranieri. Castelli e cattedrali, teatri e case signorili, spiagge e riserve naturali … nessuno di questi è al centro della scena quando c’è un pub dietro l’angolo!

Leave a Reply